La materia dei sogni al Photofestival 12TDK 2017

2017 

Milano PHOTOFESTIVAL 12THD 

spazio DoloMiti 

LA MATERIA DEI SOGNI oggetti prestati all'immaginazione 

opere 1974 / 2017 


Oggetti prestati all'immaginazione, superfici naturali consumate dal tempo, situazioni che prendono forma in libertà, echi di suoni, parole ritmate, emozioni.

Di questo e altro ancora sono fatti i lavori in mostra realizzati a partire dal 1974.

Quando i miei sogni decidono di uscire allo scoperto vanno in cerca di un luogo adatto dove materializzarsi. Che si tratti di un foglio di carta liscio o ruvido, di una chiocciola o di un mollusco incrostato poco importa. A volte è la superficie stessa con la propria storia di imperfezioni a suggerire verso quale direzione l’immagine potrebbe evolvere.

E’ da quel momento che le figure cominciano a emergere, a prendere forma proprio come nel dormiveglia. Quello che succede tra me e la realtà esterna dalla quale prendo spunto diventa una questione estetica, di linguaggio e di materiali. Tutto il resto è affidato all’inconscio che mi viene incontro e alla ricchezza delle emozioni che sa regalarmi. Proprio come in un “flusso di coscienza” dove la punteggiatura è totalmente assente, scarseggia la sintassi e i pensieri fluiscono liberamente senza essere legati da alcun nesso logico.

Disegno ‘all’impronta’, nel tempo di un avvenimento, che si tratti di una riunione o di un brano musicale eseguito dal vivo,fantastico su impossibili ‘Metamorfosi’, ’cuntostorie’ su gusci di lumache campagnole e di molluschi.

Proprio questa collezione di piccole opere dipinte ha acceso l’immaginazione

- di Fernanda Farina, scultrice che ha modellato una sottile rete metallica in forma di nuvola dove pare che le chioccioline si muovano liberamente     

- di Anù Abeysekera che ha ridato un corpo colorato  in plastilina ad alcune di loro

- di Gianluca Lo Presti / Mammafotogramma che ha costruito la 'lanterna magica', un ingegnoso apparecchio ergonomico collegato a un proiettore per riprendere il movimento delle mie mani intente a dipingere sul guscio di una chiocciola nel tempo della performance di improvvisazione musicale

- di Filippo Monico alla batteria e percussioni e Alberto Buzzi al sax tenore che hanno regalato al pubblico della serata di inaugurazione suoni e ritmi che ho tradotto in segni e colore lungo la superficie di una Elix Aspersa maxima, chiamata impropriamente lumaca

- del pubblico di grandi e piccini che ha partecipato al Laboratorio del'immaginazione.

M.C


 Cartolina invito

Cartolina invito

 Opere 1987/2017

Opere 1987/2017

Serata di inaugurazione

Serata di inaugurazione

performance Monico, Buzzi

performance Monico, Buzzi

 Performance Monico, Buzzi

Performance Monico, Buzzi

mentre Margherita dipinge sul guscio di una chiocciola

mentre Margherita dipinge sul guscio di una chiocciola

 video proiezione Lo Presti dello Studio Mammafotogramma

video proiezione Lo Presti dello Studio Mammafotogramma

Le chiocciole dipinte

Le chiocciole dipinte

 le chiocciole dipinte

le chiocciole dipinte

Facciaggialla sotto la lente di ingrandimento

Facciaggialla sotto la lente di ingrandimento

Dalla collezione di chiocciole

Dalla collezione di chiocciole

>